Teatro, Sala Concerto

Teatro del Popolo, Colle di Val d'Elsa

share

Consulenza acustica per la ristrutturazione del Teatro del Popolo di Colle di Val d'Elsa (SI) in collaborazione con gli architetti Guicciardini e Magni e l'arch. Sergio Fedi.

Leggi tutto

Il Teatro del Popolo di Castelfiorentino (FI) è stato ristrutturato dallo studio di architettura Guicciardini&Magni, in collaborazione con l'arch. Sergio Fedi, e Donato Masci e Fabrizio Giovannozzi hanno partecipato come consulenti in acustica per Studio Sound Service.

“Un Teatro che è uno Spettacolo”. E’ questo lo slogan scelto per salutare la riapertura del Teatro del Popolo di Colle di Val d’Elsa dopo circa due anni di lavori che hanno permesso, grazie anche al contributo della Fondazione Mps, di risanare il tetto e di riqualificare la sala.

"Il teatro, completato nel 1930 su progetto dell’ingegnere Gerard e per volere di Mino Maccari, fu ristrutturato negli anni Settanta, e in quella occasione vennero rinnovate le decorazioni ed aggiunti nuovi volumi per i servizi e i locali tecnici.
I recenti lavori di ristrutturazione del Teatro del Popolo fanno parte di una ulteriore serie d’interventi estesi alla sala e agli spazi esterni.
La prima fase, del 1996, è consistita nella completa ristrutturazione degli spazi pubblici di servizio al teatro con la creazione di nuovi ambienti, il ridotto, il bar, il foyer di platea e galleria, il rifacimento degli impianti, del sistema delle scale e delle uscite di sicurezza per la sala.
L’intervento, diviso tra ristrutturazione e ampliamento dei volumi esistenti, ha riguardato 930 metri quadrati di superficie lorda (mc. 4.100).
Oltre a vari adeguamenti per l’abbattimento delle barriere architettoniche, il teatro necessitava di un generale adeguamento impiantistico, di una revisione del sistema delle vie di fuga e dell’ ampliamento del sistema degli spazi pubblici interni.

Il progetto attuale ha individuato la risposta a queste esigenze attraverso una revisione generale del corpo edilizio compreso tra il blocco del teatro e quello adiacente degli uffici pubblici. Esso è fondato sul riconoscimento della dignità architettonica dell’edificio originario, che è divenuto modello di se stesso offrendo, per le modifiche e le integrazioni necessarie, indicazioni utili a livello di suggestioni formali, scelte materiche, costruzione di significati. Su via Oberdan l’aumento di volume necessario alla realizzazione del ridotto al primo piano ha costituito l’occasione per ricomporre il prospetto frontale.
Il fronte della sopraelevazione, organizzato su pilastri binati, è arretrato e rivestito in travertino, come la fascia superiore che reca incisa la scritta in oro con il nome del teatro.

Gli interventi hanno quindi compreso lavori di carattere strutturale e impiantistico, oltre alla revisione degli elementi architettonici e delle finiture. E’ stato infatti completamente sostituito l’impianto elettrico e di riscaldamento come sono state sostituite le poltrone ed i tendaggi della sala e del palcoscenico.
Il numero complessivo dei posti a disposizione degli spettatori ammonta a 790 unità.
All’esterno i lavori hanno riguardato le finiture di prospetto, definendo anche il fronte incompiuto su via Roma. 
Una pensilina in metallo e vetro è stata inserita a protezione dell’ingresso principale.
Il quadro dei lavori sull’area sarà prossimamente portato a completamento con la risistemazione dell’area antistante il teatro e la creazione di una nuova piazza."

Dettagli

La consulenza acustica per il restauro è stata fatta in collaborazione con lo studio degli architetti:

Info
Luogo Colle di Val d'Elsa (SI)
Specifiche Ambienti
Acustica Architettonica Teatro, Sala Concerto
Ambienti La sala del Teatro
Layout Planimetria generale
Planimetria - Teatro del Popolo, Colle di Val d'Elsa
La sala del Teatro
Tempo di riverberazione
Descrizione
Platea: posti n. 520; Galleria: posti n. 268; Totali: posti n. 788; Posti per portatori di handicap: posti n. 4. Con gli ultimi lavori, appena conclusi, si è provveduto alla completa riconfigurazione della sala e della torre scenica. Ricostruita la copertura e la struttura della graticcia; la sala teatrale è stata pavimentata, rivestita in legno e velluto, dotata di una nuova soffittatura a losanghe di gesso. La galleria del teatro è stata ampliata e modificata per aumentare il livello di visibilità e di comfort; allo stesso modo si è intervenuti sull’assetto acustico della sala per migliorarne le prestazioni.